DECRETO 23 LUGLIO 2008
MODIFICA DEL DECRETO DEL 17 FEBBRAIO 2005 DEL MINISTERO DELLA SALUTE RELATIVO ALL'ELENCO DEI MINERALI E DELLE FONTI VITAMINICO-MINERALI AMMESSI NEGLI INTERI IN DEROGA ALLE PREVISIONI DEGLI ALLEGATI I E II DEL DECRETO LEGISLATIVO 21 MAGGIO 2004 N.169 NELLA PARTE RIGUARDANTE IL VANADIO. GAZZETTA UFFICIALE N.201 DEL 28 AGOSTO 2008
GAZZETTA UFFICIALE N. 201 DEL 28 AGOSTO 2008
MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI
DECRETO 23 LUGLIO 2008
Modifica del decreto 17 febbraio 2005 del Ministeri della salute relativo all’elenco dei minerali edelle fonti vitaminico-minerali ammessi negli interi, in deroga alle previsioni degli allegati I e IIdel decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169, nella parte riguardante il Vanadio
IL MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI
Visto il decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169 di attuazione della direttiva 2002/46/CE relativa agli integratori alimentari;
Visto il decreto ministeriale 17 febbraio 2005, recante: elenco dei minerali e delle fonti vitaminico-minerali ammessi negli integratori, in deroga alle previsioni degli allegati I e II del decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169, in applicazione del disposto dell’art. 3, comma 3, del decreto legislativo medesimo;
Visto l’art. 2, comma 2, del sopraccitato decreto ministeriale 17 febbraio 2005;
Visto quanto rappresentato per il Vanadio dall’Autorità Europea per la sicurezza alimentare, da ultimo con il parere del 29 gennaio 2008;
Sentito il parere della Commissione unica per la dietetica e la nutrizione, espresso nella riunione del 22 maggio 2008;
Visto il decreto ministeriale 23 maggio 2008, recante: Delega di attribuzioni del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, per taluni atti di competenza dell’Amministrazione, al Sottosegretario di Stato on. Francesca Martini, ed in particolare l’art. 1, comma 2, lettera b); Decreta:
Art. 1
1. Dall’elenco dei minerali ammessi negli integratori in deroga alle previsioni dell’allegato I del decreto legislativo n. 169/2004, di cui all’allegato del decreto ministeriale 17 febbraio 2005, è eliminato il vanadio.
2. Dall’elenco delle fonti vitaminico-minerali ammesse negli integratori i deroga alle previsioni dell’allegato II del decreto legislativo n. 169/2004, di cui all’allegato II del decreto ministeriale 17 febbraio 2005, sono eliminati il vanadio chelato e il vanadio solfato.
Art. 2
1. Non è consentita la commercializzazione di integratori alimentari contenenti vanadio, derivante dalle fonti indicate all’art. 1, comma 2 o, comunque, da altre fonti del minerale ammesse in deroga in altri stati membri.
Art. 3
1. Per i prodotti di cui all’art. 2 già in commercio, gli operatori del settore alimentare interessati devono procedere al loro ritiro entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto
Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
Roma, 23 Luglio 2008.
p. Il Ministro: Martini