{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

E’ la prescrizione che tiene conto dell’intera connessione tra il microcosmo che è il corpo umano e il macrocosmo formato dalla foresta e dal suo ritmo fitosociologico, il che vuol dire una profonda conoscenza delle interazioni fra alberi e arbusti fra loro e con il suolo e delle modificazioni di quest’ultimo indotte dalle diverse specie di vegetali e loro associazioni e il rapporto analogico con le modificazioni patologiche delle proteine dell’uomo provocate dalle malattie ed espresse sul protidogramma. Abbiamo visto infatti che esiste un parallelismo tra l’evoluzione della foresta l’elaborazione dell’humus e le modificazioni delle proteine umane, nel sangue, e delle linee cellulari.
ONTANETO: con Alnus glutinosa, Betula pubescens ecc. corrisponde alla flogosi essudativa che può evolvere in fibrinosi.
QUERCETO MISTO: corrisponde alla fibrinosi che tende alla steatosi d’organo.
FAGGETO: corrisponde alla ialinizzazione (condizione patologica di diversi tessuti quali gli epiteli il connettivo ecc compare in questi tessuti una proteina vitrea, acida) che si sclerotizza.
FAGGETO-QUERCETO ACIDOFILO: quando il terreno si impoverisce e si acidifica, compare il Rubus fructicosus che corrisponde alla scleroialinosi conclamata.
BRUGHIERA: la landa corrisponde alla scleroamilosi (amilosi è una sindrome morbosa caratterizzata da deposito di sostanza amiloide nei tessuti) con Calluna vulgaris
I rimedi dell’infiammazione acuta in fase essudativa sono gli alberi e gli arbusti pionieri della foresta MEDIOEUROPEA: fra gli alberi: Alnus glutinosa, Betula pubescens, Populus nigra, Fraxinus excelsior, Ulmus campestris. Fra gli arbusti: Rosa canina, Ribes nigrum, Cornus sanguinea.

Quando l’infiammazione tende alla cronicizzazione sono indicate le piante che crescono su un humus più elaborato come la Betula verrucosa, Juglans regia, Fagus sylvatica. Quando la flogosi è organizzata e ha alterato i tessuti in profondità sono indicati gli arbusti e le piante dei terreni degradati come il Rubus fructicosus, Corylus avellana, Calluna vulgaris. Anche le associazioni terapeutiche devono tenere conto di questi legami fra i passaggi da un tipo di infiammazione all’altro e da un terreno all’altro. Lo studio legato a questa prescrizione è quello effettuato con vari tipi di meristemi sul tracciato elettroforetico e le modificazioni da essi indotte.

CENTO FIORI S.R.L.
Capitale sociale : 30.000 € interamente versato
R.E.A. Forlì – Cesena n. 276648
Via G. Querzoli N.10 - 47121 Forlì (FC) 

Informativa Privacy

        Registro Imprese Forlì-Cesena P.I. e C.F. 02508650401
        TEL. 0543-481357 FAX 0543-483255
        ATECO: 2007 : 108909
        e mail : info@cento-fiori.it
        www.cento-fiori.it